La guida delle guide

Sito di Guide "ogni cosa si può imparare"

Guida: Bologna Piazza Maggiore e la Basilica di San Petronio

Guida Piazza Maggiore

Piazza Maggiore

Piazza Maggiore è una delle più antiche , belle e vaste piazze d’Italia. Iniziata nel 1200, attualmente misura in lunghezza 115 metri in larghezza 60 metri. La piazza è limitata da antichissimi e magnifici edifici. Il palazzo comunale ha di fronte il porticato del palazzo dei Banchi. Dall’altro lato si alza la facciata della Basilica di San Petronio, con accanto il palazzo dei Notai, di fronte sorge il palazzo del Podestà con la sua torre.

Ottant’anni fa circa In Piazza Maggiore c’erano i banchi del mercato di frutta e verdura e ogni settimana avveniva il mercato.  Molti anni prima invece si facevano tornei di cavalieri armati di lancia e scudo, si facevano feste popolari, corse nei sacchi , spettacoli e altri divertimenti.

Basilica di San Petronio

Domina la piazza, la Basilica di san Petronio , innalzata in onore del Santo Vescovo, patrono della città. La costruzione della Basilica venne iniziata nel 1390, sotto la direzione di Antonio di Vincenzo, un grande architetto bolognese. Dopo cento anni, i lavori non sono stati completati. Anche la maestosa facciata è rimasta incompiuta.Infatti la parte superiore è in mattoni, con aperti molti fori delle impalcature. Il basamento invece è coperto di marmo. Nelle nicchie vi sono i busti di otto santi: San Floriano, San Paolo, San Domenico, Sant’Agostino, San  Piero, San Francesco, Sant’Ambrogio e San Pietro.

I tre portali sono finemente ornati di sculture. Bellissima la porta maggiore della Basilica, opera dello scultore toscano Jacopo della Quercia, che vi lavorò dal 1426 fino alla sua morte, avvenuta nel 1438. Eseguita dallo stesso artista vicino a San Petronio e Sant’Ambrogio  vi è una dolce figura di una Madonna.

Al suo interno sotto le sue volte, basta alzare lo sguardo per notare quanto la Basilica sia maestosa e ampia.

Sembra una chiesa povera, ma se si guarda bene ai lati ha 22 cappelle, ornate di altari marmorei , di stupendi quadri e affreschi, di magnifiche vetrate dipinte, ci si accorge della sua straordinaria ricchezza.

Se volete leggere di più potete leggere l’articolo completo sul blog social.food.love

Ricordatevi di seguirci su Instagram


Seguici su Instagram @laguidadelleguide